Terrazza, 3.09 p.m

Aggiornato il: gen 11

14 novembre 2020- Pietralata


Si consiglia di leggere queste poche righe ascoltando Rain di Ella Fitzgerald e Joe Pass


Diario breve d'una giornata uggiosa.

Tempaccio. Pioviggina sul limone cittadino. Pianta coraggiosa, e inaspettatamente forte. Resiste a questo quasi autunno, senza inverno, con una tempra da far invidia al gelsomino.

La pianta di fragole è diventata rosso sangue.

Le giornate si stendono una dietro l'altra comode e silenziose, le città spengono presto le luci, quel barlume che rimane acceso è sintomo di malattia del sonno, difficilmente tiene compagnia.

Piove. Qualche raggio di sole squarcia una nube nel freddo del primo pomeriggio, per poi nascondersi subito, protetto e morbido dietro all'ultimo abete, ancora saldo, ancora verde.


Fronde oscillano nel meriggio.

Un po' di pioggia, il vento corre...e improvvisamente eccolo.


Inverno.

è in questo silenzio, in questa piatta calma prima della tempesta; in questo pomeriggio uggioso, un po' gelido e ancora autunnale, mentre attendo che diluvi sul limone cittadino;

in questo attimo, in questo trasformarsi della malinconia; in questa folata fredda che afferra i polsi prima della pioggia.


Benvenuto.

T'aspettavamo.

25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti