Finestra e sole, 8.49 a.m

Gennaio 2021, Roma


Si consiglia di leggere queste poche righe ascoltando "Cheek to Cheek" di Ella Fitzgerald e Louis Armstrong


Il sole splende.

Non sentite l'aria di nuovo? l'aria potente che rinnova la mente? La rima rimane attaccata alle cose che non cambiano e intanto cambia il vento e tanto dolore riporta.

Che le onde della sfiga mica vanno da sole... vanno in branchi, come i lupi, o gli uccelli

(in stormi) o i gamberetti, che non solo...ma li allevi anche in branco, li mangi in branco, insomma vivono e muoiono in branco. E così la sfiga.

Quindi ecco che comincia l'anno della pazienza, che se lo scorso era quello del dolore e del rancore qua c'è da avere pazienza. Stormi di uccelli migrano...a sud? Forse è l'anno in cui studiare, dove migrano gli uccelli, e come funzionano i cambiamenti, e come si può adoperare questo ozio, e questo rancore, dolore, livore... ecc.

Intanto gli uccelli migrano, un sole risplende su un mondo cambiato e un po' malmenato e cancella i lividi...e facciamoci pervadere da un po' di buonismo da quattro soldi, che si dice non serva mai a niente...siamo sicuri che non ci serva un po' di luce?

di ottimismo spiccio e vento leggero?

Comunque il sole splende, la giornata comincia presto e io mi metto di fronte alla solita finestra che mi piace, a bere il caffè e fare congetture, che la pazienza è la virtù dei forti che a volte diventano coglioni, ma alternativa non c'è.

E così forse, quando non avete niente da fare potete dare un'occhiata al cielo.

Stormi di uccelli migrano.


Chissà poi dove vanno.



Post recenti

Mostra tutti